Punteruolo della palma

Trattamento palmaIl punteruolo rosso della palma, Rhynchophorus ferrugineus, è un coleottero curculionide originario dell’Asia meridionale e della Malesya e risulta molto dannoso alle piante di palma.
Dal 2005 è segnalato anche in Italia in diverse regioni (Toscana, Sicilia, Campania, Lazio e Puglia), vive all’interno della palma, dove compie tutto il suo ciclo vitale, a maturità la femmina della specie sfarfalla e va a deporre le proprie uova (circa 300) in piccole cavità del tronco o in corrispondenza delle superfici di taglio delle foglie, dopo 2-5 giorni dalla ovideposizione nascono le larve che si introducono nella palma e si cibano dei tessuti della stessa, si spostano all’interno della pianta scavando tunnel e larghe cavità che diventano il luogo ideale per lo sviluppo dell’insetto, a 45 giorni circa si impupano e in un contenitore cilindrico, dopo 20-30 giorni l’adulto è sviluppato, abbandona la pianta ospite, si accoppia, e la femmina va a deporre le uova ed infestare nuove piante di palma, l’intero ciclo dura circa 4 mesi e nella stessa pianta si sovrappongono più generazioni dell’insetto fino alla distruzione della pianta ospite.
Le palme maggiormente colpite appartengono alle cv. Canariensis,  Washingtonia e Dactiliphera.

La lotta al punteruolo segue  periodicità e modalità operative comprendenti interventi in chioma ed interventi in endoterapia.